Corruzione

banner corruzione 940

Il mio impegno sarà quello di riportare l’etica nella politica regionale e di creare una cultura della legalità attraverso la quale battere il "doping" della corruzione. L'istituzione di un Garante anticorruzione indipendente dalla Giunta, eletto dal Consiglio regionale, è il primo passo.

La politica che si abbevera alla fonte inquinata delle tangenti avvelena i rapporti sociali ed economici. Questo negli ultimi anni è avvenuto con la collaborazione compiacente anche di alcuni funzionari regionali.

I cittadini hanno il diritto di controllare e monitorare l’operato dei propri rappresentanti. Per questo chiederò che venga resa pubblica l’agenda degli incontri istituzionali del Presidente della Regione e degli assessori.

Trasparenza amministrativa attraverso un sito che aggiorni lo stato di avanzamento dei cantieri, ma anche valutazione dei risultati. Va in questo senso la riduzione delle aziende partecipate della Regione e dei loro Consigli di amministrazione: ora sono ben 98 e molte hanno i bilanci in rosso che gravano sulle spalle dei contribuenti senza offrire servizi adeguati.